[CFP | AAC] TRA ROMA E IL MARE. Ciclo di seminari

TRA ROMA E IL MARE
PATRIMONI CULTURALI E AMBIENTALI, SVILUPPO SOSTENIBILE E CITTADINANZA ATTIVA

Ciclo di seminari internazionali – Roma, 2019-2020
Call for papers – 1° Seminario 9-10 dicembre 2019

Nell’ambito del progetto di ricerca Tra Roma e il mare: patrimoni culturali e ambientali, sviluppo sostenibile e cittadinanza attiva viene promosso un ciclo di seminari internazionali di ricerca, che si svilupperà in tre sessioni tra dicembre 2019 e novembre 2020 sulla base di tre call for paper.

L’esteso territorio tra Roma e il mare, che ha come asse di iferimento il corso del Tevere, è composto di aree eterogenee nei caratteri morfologici, funzionali e insediativi, che generano una regione urbana di grande complessità. È una realtà capace di costruirsi un’identità autonoma, seppur indissolubilmente legata a Roma; una “città nella città”, che nel corso del Novecento ha attraversato cicli di sviluppo e di crisi, dilatandosi in espressioni urbane spesso disordinate che esercitano forti pressioni sul fragile sistema ambientale. L’evoluzione identitaria, funzionale e urbana di questo territorio e, più in generale, il suo rapporto con Roma e con il mare, è un tema di grande suggestione che sollecita un approccio largamente multidisciplinare e una possibilità di confronto in una prospettiva diacronica ampia, considerato che questa area geografica ha avuto dall’antichità ad oggi un ruolo strategico di cerniera sia nella proiezione internazionale della città sia nell’approvvigionamento e scambio di derrate alimentari, di beni e servizi. La fascia litoranea di riferimento va dalla tenuta di Castelporziano fino a tutto il comune di Fiumicino, con possibili estensioni relazionali e di contesto verso Anzio e Civitavecchia. Il ciclo di seminari si svilupperà in tre sessioni tra dicembre 2019 e novembre 2020 sulla base di tre call.

1° Seminario: 9-10 dicembre 2019
Trasformazioni territoriali e insediamenti umani dall’evo antico alla fine dello Stato Pontificio

Si segnalano, in particolare, le seguenti aree tematiche: Fonti cartografiche, iconografiche, documentarie e letterarie sulle trasformazioni e le rappresentazioni del paesaggio e degli insediamenti; Ambiente naturale (caratteri, valori, criticità, calamità); Archeologia e antiquaria; Centri abitati e emergenze architettoniche (dinamiche e tipologia degli insediamenti, torri, fortificazioni, chiese, edilizia religiosa, ville, casali); Il Tevere e la
rete di comunicazioni (porti, approdi, canali, strade, mezzi di trasporto); Economia e lavoro (attività economiche, produzioni e condizioni di vita, proprietari fondiari, imprenditori, lavoratori); Popolazione e società (residenti, migrazioni, rapporti sociali, cultura, linguaggi, religiosità, feste, mal aria e sanità); Governo del territorio
(istituzioni, amministrazione, giustizia, politiche pubbliche, tentativi di bonifica, iniziative dei privati).

2° Seminario: maggio 2020: Trasformazioni territoriali e insediamenti dal 1870 al secondo dopoguerra

3° Seminario: novembre 2020:
Trasformazioni territoriali e insediamenti dagli anni Sessanta ai giorni nostri

I seminari si articoleranno in una serie di contributi (di 15-20 minuti), raggruppati per aree tematiche, con una tavola rotonda al termine di ogni seminario. I contributi potranno essere riferiti sia a sviluppi teorici, ricerche empiriche, con metodologie qualitative o quantitative, casi di studio, realizzazioni e progetti in itinere, prospettive di ricerca e questioni metodologiche. Gli interventi potranno essere svolti in italiano, francese e inglese.
Le proposte di intervento per il Primo Seminario devono essere inviate entro il 27 ottobre, all’indirizzo romamodernaecontemporanea@gmail.com, indicando nell’oggetto «Call 1 Roma e il mare». La proposta deve contenere un abstract (max 400 parole: titolo, obiettivi e cenni su metodologia e fonti) e un C.V. (max 100 parole) del/i proponente/i. L’accettazione delle proposte verrà comunicata entro il 3 novembre. è prevista la
pubblicazione degli interventi che costituiscono contributi originali, previo processo di blind review. I testi nella versione definitiva per la stampa dovranno pervenire entro febbraio 2020 e non potranno superare le 6.000 parole.

Comitato Scientifico:

Adrián Fernández Almoguera, Marilena Barbieri, Bruno Bonomo, Paolo Buonora, Eleonora Canepari, Giulia Caneva, Claudio Cerreti, Maria Grazia D’Amelio, Rita d’Errico, Michele Di Sivo, Daniela Esposito, Daniela Felisini, Marina Formica, Daniele Manacorda, Michela Marchiori, Brigitte Marin, Salvatore Monni, Anna Laura Palazzo, Paola Pavan, Lidia Piccioni, Maria Prezioso, Dominique Rivière, Piero Ostilio Rossi, Luca Salmieri, Maria Margarita Segarra Lagunes, Elisabeth Jane Shepherd, Giuseppe Stemperini, Carlo M. Travaglini, Orietta Verdi

 


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.