Albino de Canepa, Carta nautica, 1489 (detail). Public Domain, via Wikimedia Commons

La Città Multietnica nel Mondo Mediterraneo. Storia, cultura, patrimonio – Programma, Convegno AISU 2018

Convegno AISU 2018
La Città Multietnica nel Mondo Mediterraneo.
Storia, cultura, patrimonio
Genova, Scuola Politecnica-Architettura, 4-5 giugno 2018

Stradone Sant’Agostino 37 – 16123 Genova

Libro de los juegos de Alphonso X el savio, 1262-1283 ca. Public Domain
Libro de los juegos de Alphonso X el savio, 1262-1283 ca. Public Domain

Lunedì 4 giugno
(Aula Benvenuto / Aula 5h / Cisternone)

9.00-10.00 Registrazione
10.00-10.45 Apertura del convegno
10.45-12.45 Sessioni parallele 1.1 Monumenti urbani e memorie divise fra Otto e Novecento 2.1 Porti e mercanti dall’antichità alla
prima età moderna
 12.30-14.00    Pranzo/buffet
 14.00-15.30 Assemblea AISU
 15.30-17.30 Sessioni
parallele
 1.2 Usi del passato sulla scena della città composita  2.2 Il cantiere multiculturale
 17.30-19.30  Sessioni
parallele
 1.3 Mediatori, traduttori, interpreti  2.3 Viaggiatori, turisti, artisti
 20.00-22.00 Cena/buffet

Martedì 5 giugno
(Aula Benvenuto / Aula 5h / Cisternone)

9.00-11.00 Sessioni parallele 3.1 Luoghi di frontiera 4.1 Colonialismi e decolonizzazione
11.00-13.00 Sessioni parallele 5.1 La città medievale come crocevia
di culture
4.2 Esperienze e retaggi dell’urbanistica
coloniale
13.00-14.00    Pranzo/buffet
14.00-15.00 Sessione Poster
15.00-17.00 Sessioni
parallele
5.2 La dimensione multietnica delle metropoli della prima età
moderna
3.2 Forme di coabitazione contemporanea
17.00-19.00  Sessioni
parallele
5.3. Gli spazi delle minoranze 3.3. La città dei migranti
19.00-20.00  Aperitivo finale

Gentile e Giovanni Bellini, Predica di san Marco ad Alessandria, 1504-1507. Public Domain, via Wikimedia Commons
Gentile e Giovanni Bellini, Predica di san Marco ad Alessandria, 1504-1507.
Public Domain, via Wikimedia Commons

LUNEDÌ 4 GIUGNO, AULA BENVENUTO

APERTURA DEL CONVEGNO, ore 10.00

Saluti

  • Paolo Comanducci – Magnifico Rettore dell’Università di Genova
  • Enrico Dassori – Università di Genova, Direttore del Dipartimento DAD
  • Alireza Naser Eslami – Università di Genova, Centro Internazionale di Ricerca sull’Architettura del Mondo Islamico e del Mediterraneo

Introduzione ai lavori

  • Marco Folin – Università di Genova
  • Rosa Tamborrino – Politecnico di Torino, Presidente dell’Associazione Italiana di Storia Urbana

1. IL PATRIMONIO CONTESO DELLE CITTÀ MULTIETNICHE

moderatore: Guri Schwarz, Università di Genova

1.1 Monumenti urbani e memorie divise fra Otto e Novecento, ore 10.45

  • Anne Bordeleau – University of Waterloo
    The roles of urban monuments in our diverse cities
  • Lucia Carminati – University of Arizona
    The “Architecture of Common Sense” of Port Said, 1859-1882: The Politics of Urbanism in a Multi-Ethnic Port-City
  • Michal Ben Ya’akov – Efrata College of Education, Jerusalem
    Middle Eastern Jews and the Urban Ecology in Late Ottoman Palestine
  • Yannis Sygkelos – DEI College, Thessaloniki
    Ottoman Cosmopolitanism: Salonica at the beginning of the 20th century
  • Emine Çiğdem Asrav – Politecnico di Torino
    From Multi-Ethnic Origin to Nation-State: Oblivion Heritage and its Tangible and Intangible Remains in the Black Sea Region (Pontos Euxeinos), Turkey
  • Johnny Alam – Studioso indipendente, artista, Montreal
    Symptomatic Architecture: Markings of Presence, Difference, and Trauma

LUNEDÌ 4 GIUGNO, AULA 5H

2. LA CITTÀ COME OCCASIONE D’INCONTRO

moderatore: Stefano Musso, Università di Genova

2.1. Porti e mercanti dall’antichità alla prima età moderna, ore 10.45

  • Valeria Smedile, Francesco Tigani – Università di Messina
    L’oasi e la laguna. Esperienze commerciali e sviluppo urbano a Palmira e Venezia
  • Toslima Khatun – King’s College, London
    The Reconfiguration of Trade Routes from the Caliphate into Asia from the years 600-1000
  • Antonio Musarra – Università di Firenze
    Una κοινὴ mediterranea. Una nota sulla multietnicità degli equipaggi delle galee veneziane, genovesi e catalane tra Medioevo e prima età moderna, secoli XIV-XV
  • Teresa Colletta – Università di Napoli
    Le città portuali del Mediterraneo e la dimensione multietnica. Il ruolo dei mercanti amalfitani tra medioevo ed età moderna

LUNEDÌ 4 GIUGNO, AULA BENVENUTO

ASSEMBLEA AISU, ORE 14.00

  • Rosa Tamborrino, L’AISU nell’anno europeo del Cultural Heritage: attività in corso e prospettive per il 2019
  • The Global City: presentazione del Congresso AISU, Bologna – settembre 2019
  • Aisu Networking: call aperte ai soci per attività collaborative e progetti interdisciplinari (scadenza 30 giugno 2018)
  • Le città italiane come patrimonio culturale: ciclo di conferenze itineranti, in collaborazione con ANCSA
  • Conoscere le città italiane: viaggi AISU
  • Premio Roberta Morelli

1. IL PATRIMONIO CONTESO DELLE CITTÀ MULTIETNICHE

moderatore: Guri Schwarz, Università di Genova

1.2 Usi del passato sulla scena della città composita, ore 15.30

  • Petar Puhmajer – Croatian Conservation Institute
    The Urban Expansion of Rijeka as a Reflection of City’s Multi-ethnic Society in the late 18th and early 19th century
  • Daniele Andreozzi – Università di Trieste
    Pratiche cosmopolite. Vite, mercantilismi e nazioni nella crescita della Trieste multietnica (secoli XVIII-XX)
  • Borut Klabjan – European University Institute / Science and Research Centre, Koper
    Mono-ethnic images of a multi-ethnic city. Continuity and change in 20th-century Trieste
  • Maura Hametz – Old Dominion University
    Remembering Sissi’s Escape: Trieste as the Gateway to the Mediterranean
  • Gruia Bădescu – University of Oxford
    Cosmopolitan Heritage? Post-War Reconstruction and Urban Imaginaries in Sarajevo and Beirut
  • Joseph Galbo – University of New Brunswick, Saint John
    Renovating the Colosseum Today: Protection, Modernization, and Citizenry
  • Louisa Avgita – University of Ioannina
    What is there to be learnt from Athens? Documenta 14 and the colonisation of history

1.3 Mediatori, traduttori, interpreti, ore 17.30

  • Giacomo Montanari – Università di Genova
    L’eroe dei due mondi: politica, archeologia e passione per l’antico nella “mediazione culturale” di Ciriaco d’Ancona tra Oriente e Occidente (1430-1450)
  • Marta Albalá Pelegrín – California State Polytechnic University, Pomona
    Spanish Rome and Roman Spain: Reconstructing the Past of Rome and Cordoba in the Early 16th Century
  • Stefano Gulizia – University of California, Los Angeles
    The Rise of Alfonso Ulloa (1529-1570) in Early Modern Venice: Printing Networks, Civic Identity, and Multi-Ethnic Translations
  • Javier Patiño Loira – University of California, Los Angeles
    Migration, war and the continuity of the city in Lluis Pons d’Icart’s Libro de las grandezas de Tarragona (1572)
  • Elina Gugliuzzo – Università Pegaso, Napoli
    Interpreting in a “contact zone”. Dragomans at the Sultan’s Court of Constantinople
Albino de Canepa, Carta nautica, 1489 (detail). Public Domain, via Wikimedia Commons
Albino de Canepa, Carta nautica, 1489 (detail).
Public Domain, via Wikimedia Commons

LUNEDÌ 4 GIUGNO, AULA 5H

2. LA CITTÀ COME OCCASIONE D’INCONTRO

moderatore: Stefano Musso, Università di Genova

2.2. Il cantiere multiculturale, ore 15.30

  • Anna Boato – Università di Genova
    Il lessico delle costruzioni genovesi: parole come spie di relazioni tra popoli e culture
  • Emanuela Garofalo – Università di Palermo
    Palermo al tempo dei Trastámara (1416-1516): la dimensione multietnica del cantiere di architettura
  • Silvia Beltramo – Politecnico di Torino
    Maestranze specializzate nelle città del Quattrocento: strategie di multiculturalità nei cantieri
  • Cristina Cuneo – Politecnico di Torino
    Gli stranieri a Torino “il mestiere tradotto in arte”. La solidarietà, le maestranze e il cantiere di luganesi e savoiardi tra XVI e XVIII secolo

2.3. Viaggiatori, turisti, artisti, ore 17.30

  • Margarita Ana Vázquez Manassero – UNED, Madrid
    Genoa in the travel diaries of Jehan Lhermite (1587) and Cesare Magalotti (1625): a city from «paradise on earth» to «fury of Mars»
  • Sergio Pace – Politecnico di Torino
    «Quella strada senza eguali che costeggia la Baia degli Angeli». La colonia straniera e il nuovo Cammino degli Inglesi nella Nizza Marittima di primo Ottocento
  • Serena Vianello – Università Ca’ Foscari, Venezia
    Esperienze di alterità: l’Oriente dei viaggiatori britannici dell’Ottocento
  • Ewa Kawamura – University of Tokyo
    Segni dell’identità nazionale dei diversi paesi nelle strutture ricettive in Italia. Il caso degli alberghi fondati dagli immigrati svizzeri fra Ottocento e Novecento
  • Marzio Di Pace – Università di Genova
    Rosa Sessa – Università di Napoli
    Il “periodo tedesco” della ceramica di Vietri: tra comunità di artisti in Costiera e imprenditori stranieri a Salerno
J.-F. Rauzier, Barcelona veduta ,2011
J.-F. Rauzier, Barcelona veduta ,2011

MARTEDÌ 5 GIUGNO, AULA BENVENUTO (mattina) / AULA 5H (pomeriggio)

3. MIGRAZIONI, CONFINI, INSEDIAMENTI TEMPORANEI

moderatore: Luca Mocarelli, Università di Milano-Bicocca

3.1. Luoghi di frontiera, ore 9.00

  • Velika Ivkovska – Bahçeşehir University, Istanbul
    The urban and architectural environment of a port town in Northern Greece: the case of Kavala in Ottoman time (1391-1912)
  • Julia Puretti – Università del Salento, Lecce
    La minaccia turca in Terra d’Otranto tra XV e XVI secolo: riflessioni sulle implicazioni storico-architettoniche e culturali in ambito territoriale e urbano
  • Federico Bulfone Gransinigh – Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara
    Asburgo e Ottomani: eterni nemici? L’istituzione del Militärgrenze e i risvolti sociali, territoriali e d’innovazione architettonica
  • Marco Romio – Università di Trieste
    Comunità urbane in movimento: il caso dei profughi cretesi a Parenzo (1670-1690)
  • Claudio Mazzanti – Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara
    La base navale militare di Taranto: sviluppo urbano e confronto fra diverse culture
  • Andreina Milan – Università di Bologna
    Enrico Pietrogrande – Università di Padova
    Gorizia città di confine. Da fortezza a laboratorio del moderno

3.2. Forme di coabitazione con-temporanea, ore 15.00

  • Silvia Gron – Politecnico di Torino
    Eleni Gkrimpa – Aristotle University, Thessaloniki,
    Giulia La Delfa – Politecnico di Torino
    Salonicco, intrecci culturali, patrimoni condivisi
  • Emiliano Bugatti – Studioso indipendente
    Elif Yurdaçaliş – Middle East Technical University, Ankara
    The Istanbul Kadinlar Pazari
  • Roberta Martinis – Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, Lugano
    “Living on the move”, abitare la temporaneità (1915-2015)
  • Sevcan Ercan – The Bartlett School of Architecture, University College London
    Tracing Displacements: Architecture and Politics of Population Placements in the island of Imbros
  • Luca Salmieri – Sapienza Università di Roma
    Multiculturalismo quotidiano. Pratiche abitative di mixitè tra gli immigrati del Litorale Domitio

3.3 La città dei migranti, ore 17.00

  • Ayman Zohry – The Egyptian Society for Migration Studies
    Ethnic Minorities in Alexandria, Egypt: Findings from the 1947 and 1960 Population Censuses
  • Pelin Bolca – Politecnico di Torino
    Taksim, Modern City Center of İstanbul: under the Internal-External Migration Influence
  • Federico Acuto – Politecnico di Milano
    L’ossessione identitaria. Note sulla città di Genova
  • Andrea Torre – Centro Studi Migrazioni nel Mediterraneo, Genova
    I Cittadini stranieri a Genova. Tra nuove e vecchie forme di abitare
  • Stefano de Falco – Università di Napoli Federico II
    Immigrati ad alta qualificazione 4.0: una prospettiva diversa per le città del Mediterraneo
  • Massimiliano Giberti – Università di Genova
    La Città [CON]divisa forme di organizzazione urbana nel distretto di Nabaa Bourj Hammoud (Beirut)
  • Jamil Al Wekhian – Kent State University
    Acculturation Process for Arab-Muslim Immigrants in the United States

MARTEDÌ 5 GIUGNO, AULA 5 H

4. CITTÀ COLONIALI: ANTICHI MODELLI, NUOVI SCENARI

moderatore: Fabio Mangone, Università di Napoli Federico II

4.1. Colonialismi e decolonizzazione, ore 9.00

  • Carla Fernández Martínez – Universidad de Santiago de Compostela
    Città nuove nell’America spagnola. L’esempio del Cile sotto i Borboni
  • Marco Buttino – Università di Torino
    Samarcanda – Algeri: una comparazione coloniale
  • Sami Boufassa – Université A. Mira, Béjaïa
    Le village nègre en Algérie. Reflet d’une politique d’ethnicisation à l’époque coloniale
  • Feriel Saidane, Samia Chergui – Université Saad Dahlab, Blida 1
    Du Kara-Kouche ottoman aux premiers théâtres français : évolution et confrontation historiographique des institutions théâtrales en Algérie
  • Beatrice Falcucci – Università di Firenze
    “La terra feconda della diciassettesima regione del Regno d’Italia”. La colonizzazione in Libia negli anni Trenta tra agricoltura e spettacolo

4.2. Esperienze e retaggi dell’urbanistica coloniale, ore 11.00

  • Salhi Souha – Université de Lorraine, Nancy
    Infrastructure portuaire coloniale et réseaux méditerranéens. Le port d’Alger aux XIXe-XXe siecles
  • Angelo Bertoni – Université de Aix-Marseille, TELEMMe
    L’urbanistica coloniale francese in Marocco: l’esperienza di Henri Prost e il suo riconoscimento internazionale negli anni Trenta
  • Raffaella Russo Spena – Università di Napoli Federico II
    Una porta verso il Mediterraneo. La città di Asmara e il colonialismo italiano in Africa
  • Laura Guarino – Università di Genova
    Modelli abitativi nelle colonie: esperimenti modernisti a Casablanca
  • Flavio Conia – Sapienza Università di Roma
    Stranieri nella propria terra. Il «colonialismo industriale» e il nord della Sardegna: il caso di Porto Torres Da pastori a operai, le fratture nella cultura della Nurra
  • Matteo Sintini – Università di Bologna
    Nelle città del mondo. Cosmopolitismo nell’opera e nel pensiero di Giancarlo De Carlo
Scuola Politecnica di Architettura, Genova
Scuola Politecnica di Architettura, Genova

MARTEDÌ 5 GIUGNO, AULA BENVENUTO

5. CULTURE E PRATICHE DELLA CONVIVENZA MULTIETNICA

moderatore: Brigitte Marin, Maison méditerranéenne des sciences de l’homme, Aix-en- Provence

5.1. La città medievale come crocevia di culture, ore 11.00

  • Maya Maskarinec – University of Southern California
    Rome in the Early Middle Ages: A Mediterranean City of Saints
  • Anna Gutgarts – Tel-Aviv University
    Municipal mechanisms in a newly formed medieval immigrant urban society: the case of Frankish Jerusalem
  • Jan Vandeburie – University of Leicester
    “A dragon with nine heads”. A Bishop’s View on Religious and Ethnic Divides in Acre in the Early 13th Century
  • Tomasz Borowski – Polish History Museum, Warszawa / University of Reading
    Jews in Famagusta: spatial and visual seclusion in a crusader metropolis
  • Seda Sicimoğlu Yenikler – Koç University, Istanbul
    The cultural transformation of Genoese Galata from the byzantine to the ottoman rule and its reflection on the church of San Domenico
  • Daniel Bernardo Hershenzon – University of Connecticut
    Early Modern Mediterranean Cities: How Captivity Extended the Communal Boundaries Across the Sea

5.2. La dimensione multietnica delle ‘metropoli’ della prima età moderna, ore 15.00

  • Kiril Petkov – University of Wisconsin-River Falls
    Co-opting the Foreigner: Strategies for Incorporation in Renaissance Venice
  • Letha Ch’ien – Sonoma State University
    Polytopos: Multi-ethnic Practice in Venetian Imagery
  • Maria Paola Bulla – Università della Campania Luigi Vanvitelli
    Dall’Africa al Portogallo. Tracce della schiavitù africana nelle città portoghesi (secoli XV-XVIII)
  • Faika Çeli – Manisa Celal Bayar University
    Neighbourhoods’ Surveillance of Margins: Negotiating Honour and Shame in Early Modern Istanbul
  • Emine Öztaner – Istanbul Sehir University
    Urban Ethnic Encounters: A Glimpse on the Different Ethnic Communities Living in an Ottoman Neighborhood
  • Graylin W. Harrison – Stanford University
    Representing Naples: The Revolt of 1647

5.3. I luoghi delle minoranze, ore 17.00

  • Stefano Zaggia – Università di Padova
    Dalla contrada al Ghetto. Usi e configurazioni urbane nei processi di segregazione ebraica nelle città della Terraferma veneta (secoli XV-XVII)
  • Giuseppe Restifo – Università di Messina
    Messina, una città multietnica nel mondo mediterraneo
  • Maria Concetta Calabrese – Università di Catania
    Le Chiese e le cappelle dei genovesi in Sicilia
  • Benedetto Ligorio – Sapienza Università di Roma
    Trade hub e residential segregation in Adriatico orientale: ebrei a Ragusa (Dubrovnik) e a Spalato (Split) nel XVII secolo
  • Maria Vitiello – Università dell’Aquila
    Il cimitero degli stranieri a Roma. La storia, tra conservazione e trasformazione, di un giardino sorto ai piedi della Piramide

MARTEDÌ 5 GIUGNO, CISTERNONE, 14.00-15.00

6. POSTER

6.1 Città del Mediterraneo: un quadro di lungo periodo

  • Bruno Di Gesù – Sapienza Università di Roma
    Il colonialismo fenicio-punico in Sardegna: la città come strumento di conquista
  • Giulia Tacchini – Politecnico di Milano
    La collina di Ayasuluk. Dalla Efeso classica alla Selçuk contemporanea in tre architetture
  • Gaetana Liuzzi – Università della Campania
    Ricerche archeologiche nella rasola 20 del castello di Montella: dalle strutture di IX secolo alla formazione del parco-giardino

6.2 Immagini della multiculturalità

  • Isabel Ruiz Garnelo – Universitat de València
    ‘Ex causa amicabilis mutui’. Moneta e società nella Roma multiculturale del Rinascimento
  • Santiago González Villajos – Universidad Autónoma de Madrid
    Cervantes, Genoa and the Grotesque: interculturality, visual imagination and architecture beyond the Plateresco
  • Marcello Anselmo, Eleonora Canepari – Maison méditerranéenne des sciences de l’homme, Aix-en-Provence
    Pandokeoin. La maison de tous
  • Johnny Alam – Studioso indipendente, artista, Montreal
    A Palimpsest of Crises; Beirut’s Green Line; & Origins of the Green Line: A Media Archaeology

6.3 Ghetti

  • Ludovica Galeazzo – Duke University
    Martina Massaro – Università di Padova
    Le Digital Humanities per i cinquecento anni del Ghetto di Venezia
  • Andreina Milan – Università di Bologna
    «La Cittadella misteriosa». Tra rimozione e recupero, le controverse vicende urbane del Ghetto ebraico di Rovigo (sec. XVI-XX)

6.4 Fortezze, dighe, barriere

  • ‘Team Praesidia’ – Politecnico di Bari
    Il vallo albanese: fortificazioni costiere dell’epoca enverista
  • Michela Mezzano – Politecnico di Torino
    New Nubia: storia millenaria, nuovo contesto nuovi conflitti
  • Rachele Piras – Università di Cagliari
    Spazi, luoghi e pratiche sociali: un confronto fra le metafore urbane di Cagliari

6.5 L’Italia meridionale: una regione multiculturale

  • Maria Vona – Ricercatrice indipendente
    Incontri tra civiltà e linguaggi artistici: il caso del quartiere Loggia e la Cala a Palermo
  • Sara Isgrò – Università di Napoli Federico II
    Il castello di Aci a guardia del Mediterraneo. Mito e letteratura, storia, arte e architettura nel Mare di Acitrezza
  • Isabella Frescura – già Università di Catania
    Cultura e tradizioni nella culla del Mediterraneo: la Sicilia e “l’Opera dei Pupi”, patrimonio immateriale dell’umanità
  • Vincenza Garofalo – Università di Palermo
    Palermo: i luoghi della coesistenza

6.6 La città dei migranti

  • Elisa Dalla Rosa – Università di Verona
    Ines Mancuso – Comune di Aosta
    Immigrazione, dinamiche di integrazione e sviluppo economico nella città di Aosta (1946-1993)
  • Vanessa Vozzo, Tatiana Mazali – Politecnico di Torino
    Apnea, un’esperienza immersiva nel mare di Lampedusa
  • Laura Guarino – Università di Genova
    Modelli abitativi nelle colonie: il caso degli alloggi popolari collettivi a Casablanca

COMITATO SCIENTIFICO

  • Salvo Adorno, Università di Catania
  • Alfredo Buccaro, Università di Napoli Federico II
  • Teresa Colletta, Università di Napoli Federico II
  • Giovanni Cristina, École des Hautes Etudes en Sciences Sociales
  • Gerardo Doti, Università di Camerino
  • Marco Folin, Università di Genova
  • Luigi Fontana, Università di Padova
  • Andrea Maglio, Università di Napoli Federico II
  • Fabio Mangone, Università di Napoli Federico II
  • Francesca Martorano, Università Mediterranea di Reggio Calabria
  • Luca Mocarelli, Università di Milano Bicocca
  • Sergio Onger, Università di Brescia
  • Heleni Porfyriou, CNR-ICVBC
  • Marco Pretelli, Università di Bologna
  • Fulvio Rinaudo, Politecnico di Torino
  • Massimiliano Savorra, Università del Molise
  • Donatella Strangio, Università di Roma La Sapienza
  • Elena Svalduz, Università di Padova
  • Rosa Tamborrino, Politecnico di Torino
  • Ines Tolic, Università di Bologna

COORDINAMENTO SCIENTIFICO

  • Marco Folin, Università di Genova
  • Alireza Naser Eslami, Università di Genova

ORGANIZZAZIONE

Iniziativa organizzata dall’Associazione Italiana di Storia Urbana (AISU) con il patrocinio del Dipartimento DAD/Università di Genova e il supporto di:

  • Laboratoire International Associé MediterraPolis, UMR TELEMME (AMU/CNRS), Maison méditerranéenne des sciences de l’Homme, Aix-en-Provence
  • Centro Internazionale di Ricerca sull’Architettura del Mondo Islamico e del Mediterraneo

SEDE

Il convegno si terrà presso il Dipartimento Architettura e Design (DAD) della Scuola Politecnica dell’Università di Genova, Stradone Sant’Agostino 37 (16123 Genova).

 

sede Città multietnica

CONTATTI

convegno2018@storiaurbana.org

Programma Città Multietnica

Logo AISU    Logo dAD

Logo LIA MediterraPolis

Logo CIRAMIM


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *