Couverture de Raccontare, leggere e immaginare la città contemporanea. Raconter, lire et imaginer la ville contemporaine

Presentazione del volume Raccontare, leggere e immaginare – Biblioteca di storia moderna e contemporanea, Martedì 23 ottobre 2018

Biblioteca di storia moderna e contemporanea

Comunicato stampa

Raccontare, leggere e immaginare

Martedì 23 ottobre 2018, alle ore 17.00, presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea (Palazzo Mattei di Giove – Via Michelangelo Caetani 32, Roma), sarà presentato il volume Raccontare, leggere e immaginare la città contemporanea. Raconter, lire et imaginer la ville contemporaine, a cura di Angelo Bertoni e Lidia Piccioni, Olschki, 2018. Intervengono:Umberto Gentiloni, Brigitte Marin. Coordina: Patrizia Rusciani. Saranno presenti i curatori.

Gli autori propongono, ciascuno con le sue specificità, una riflessione sulle diverse interpretazioni della città contemporanea e sui soggetti che le hanno prodotte. Incentrato sul confronto interdisciplinare di strumenti, fonti e metodi, questo lavoro è frutto di un dialogo tra studiosi di storia moderna e contemporanea, antropologi, sociologi, storici dell’arte e urbanisti. Un primo nucleo di saggi prende le mosse dall’analisi storica, secondo un andamento diacronico, valorizzando la scelta dei tempi lunghi, ineludibili anche quando si parla di età contemporanea. Vengono successivamente proposte due riflessioni. Una sugli strumenti di lettura delle dinamiche urbane e territoriali oggi in atto, come la fotografia, l’intervista itinerante o il video, che permettono di esprimere diversi modi di attraversare e interpretare la città. Un’altra su esperienze di ricerca che dialogano con processi di riappropriazione dal basso, evidenziando il ruolo di una conoscenza approfondita del territorio e della sua storia.

Angelo Bertoni, docente di urbanistica a Aix Marseille Université, si occupa di storia e teorie dell’urbanistica, con particolare attenzione alla circolazione dei saperi e delle professionalità tra Europa e altre aree culturali – come il Maghreb e l’America Latina (secoli XIX-XXI) – e di pratiche emergenti del progetto urbano contemporaneo in Francia. Tra le sue più recenti pubblicazioni si ricordano: L’aménagement temporaire, outil fédérateur pour la co-construction du projet urbain, in Guy Baudelle, Gilbert Gaultier (dir.), Les nouvelles fabriques de la ville. Objets, référentiels et méthodes, (2018); Abitare lo spazio pubblico: le recenti esperienze di urbanistica temporanea a Marsiglia (Francia), in «Sociologia urbana e rurale», n. 112, (2017); La percezione del paesaggio nella lettura dell’interfaccia tra città e porto: il caso di Marsiglia, in «Ri-Vista. Ricerche per la progettazione del paesaggio», n. 2, (2017); A engenharia sanitária a serviço do urbanismo: a contribuição de Saturnino de Brito e Victor da Silva Freire para a construção dos saberes urbanos, in «Risco: Revista de Pesquisa em Arquitetura e Urbanismo», n. 22, (2016).

Lidia Piccioni è docente di Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma. Suoi principali ambiti di studio sono: la società urbana e le trasformazioni del territorio tra Ottocento e Novecento; la storia dell’Italia contemporanea con particolare attenzione alla città di Roma; fonti e metodologia della ricerca. Su questi temi ha pubblicato numerosi lavori tra cui le monografie: San Lorenzo. Un quartiere romano durante il fascismo, (1984, ristampa 2002); I Castelli romani. Identità e rapporto con Roma dal 1870 a oggi, (1993); Città e dintorni. Trasformazioni e identità in età contemporanea: Roma a confronto (2012). Ha ideato e dirige, dal 2006, il progetto editoriale: “Un laboratorio di storia urbana: le molte identità di Roma nel Novecento” (premio “Il Campidoglio” per la cultura 2008).

Umberto Gentiloni insegna Storia contemporanea alla Sapienza Università di Roma.

Brigitte Marin insegna Storia moderna all’Université d’Aix-Marseille e all’EHESS.

Patrizia Rusciani dirige la Biblioteca di storia moderna e contamporanea.

Informazioni: b-stmo.info@beniculturali.it www.bsmc.it

Locandina 23 ottobre 2018


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.